martedì 12 marzo 2013

Correttori: QUALE UTILIZZARE E PERCHE'

Pubblicato da MissInfinity a 19:25
E rieccomi qui, dopo qualche giorno, con un altro post! Questa volta vi parlerò di tutto ciò che c'è da sapere sui correttori. Molte non sanno mai quale scegliere, se è meglio quello in stick o quello in cialdina, se stenderlo con un pennello apposito oppure con le dita, insomma non c'è molta informazione e spero che questo mio post possa fare un po' di luce!!
Inizio dicendo che il correttore è un cosmetico che tutte noi abbiamo utilizzato e utilizziamo giornalmente, anche se non presentiamo imperfezioni perché, diciamoci la verità, almeno una volta nella vita le occhiaie le abbiamo avute tutte :) 
Ci aiuta a migliorare l'aspetto della nostra pelle, ci permette di completare e realizzare la base, ed è importante scegliere il colore e la gradazione giusta onde evitare di peggiorare l'imperfezione anziché eliminarla. 
In commercio troviamo i correttori dei seguenti colori: 

Bianco: Di solito viene usato o mischiato ad altri colori, magari un po' più scuri, per schiarirli oppure applicato su tutto il volto per schiarire la carnagione.







Verde: Questo correttore viene utilizzato quasi esclusivamente su imperfezioni o rossori più accentuate, come brufoli derivanti da acne o stress. Quello compatto può essere applicato, grazie al pennello dalla punta fine, sui punti particolari come arrossamenti localizzati. Altrimenti quello in polvere può essere mischiato al fondotinta che si utilizza di solito e lo si può spalmare sul viso facendo notare già da subito il colorito meno rossastro. Il suo complementare è il rosso.


Giallo e Arancione: Il giallo viene utilizzato da chi presenta un tipo di pelle tendente al grigiastro con dei riflessi bluastri mentre quello arancione si usa per dare luminosità al viso di persone scure di carnagione. Bisogna anche dire che questi due colori sono i migliori per nascondere le occhiaie poiché tendono a neutralizzare il colore bluastro delle occhiaie, cosa che il fondotinta normale non fa. L'ideale è picchiettare uno di questi due colori sulle occhiaie e poi uniformare il tutto applicando il fondo. Preciso che il correttore giallo neutralizza il più possibile le occhiaie tendenti al viola, mentre quello arancione le occhiaie tendenti al blu.



Lavanda e Rosa: I correttori tendenti a questi colori sono utilizzati da chi vuole attenuare il colorito della pelle tendente al giallo, tendente al grigiastro oppure: quello Lavanda per pelli troppo abbronzate per uniformarne il colore e quello Rosa per dare luminosità.






Blu: Devo dire che di questo correttore ne ho sentito sempre parlare molto poco, ma so che si usa sugli arrossamenti dell'abbronzatura.








Di packaging per i correttori ce ne sono davvero tantissimi:
In crema: Ha una copertura medio leggera, è facile da stendere e va applicato sempre sopra il fondotinta liquido. Mettendolo prima, infatti, si rischia di rimuoverlo del tutto mentre si distribuisce il fondotinta sulla pelle.
E' molto più indicato per chi ha la pelle secca o per chi ha la pelle matura in quanto la coprenza tende a neutralizzare eventuale rughe d'età o d'espressione.
Liquido: Ha un effetto molto naturale ma applicandolo su pelle acneiche non risolve molto, in quanto non è molto indicato per pelli con eccessive imperfezioni.
Stick: Questo tipo di correttore garantisce una totale copertura ma applicandolo su imperfezioni e rossori tende a sciogliersi - in quanto i brufoli sono più caldi del resto della pelle - e a creare un contorno intorno all'imperfezione. In ogni caso, l'applicazione consigliata è quella di passare sullo stick il dito anulare e poi picchiettare sull'imperfezione.
Matita: Il correttore a matita è molto interessante, non si trova dappertutto, ma è di facile utilizzo. Si presenta come una matita - tipo quelle kajal - ed è utilizzabile dopo aver applicato il fondo, in quanto la pelle sarà uniformata e sarà più facile individuare le imperfezioni. E' più facile applicarlo picchiettando con la punta della matita sull'imperfezione e uniformare il tutto sempre picchiettando, ma con l'anulare. Questo correttore, di solito, viene utilizzato anche per illuminare lo sguardo applicandolo all'angolo interno dell'occhio.
Penna: E' molto molto pratico, anche se un po' liquido. E' composto in punta da alcune setole che servono ad applicare il prodotto che viene spinto dalla fine della penna, che è mobile e che, se girata, fa uscire il prodotto.
Minerale: Qui non si può parlare di un solo tipo di coprenza, in quanto bisogna vedere che tipo di correttore minerale si sceglie. E' in polvere e si può applicare sia col pennello che con l'anulare. 
Compatto: Si può trovare o in astucci con altri tipi di colori, oppure in un astuccio con un solo colore. Ci sono vari metodi di applicazione: mischiandoli insieme con un pennellino o passando sopra la cialdina con l'anulare e picchiettando su eventuali imperfezioni. Questo è il più indicato per le imperfezioni e i brufoli in quanto tende a non scaldarsi e sciogliersi con il calore.

E' uscito un post chilometrico, pardon! Fatemi sapere cosa ne pensate e quale usate voi! Al prossimo poooooooost! :)


6 commenti:

Sara Alfano on 12 marzo 2013 19:36 ha detto...

Ho appena comprato da Kiko la ruota correttori, post interessante!!!

Cristina Valli on 12 marzo 2013 19:56 ha detto...

A me servirebbe il correttore arancio viste le mie simpatiche occhiaie X.X

stefania c on 12 marzo 2013 20:20 ha detto...

ultimamente ho comprato un correttore alla kiko,mi trovo bene..

Marisa Dattilo on 13 marzo 2013 09:56 ha detto...

Ottimo post e soprattutto utile per non perdersi tra i vari tipi di correttori!

paola tatoni on 15 marzo 2013 14:21 ha detto...

ho imparato qualcosa! brava! e il puntatore di chanel è meraviglioso! lo voglio!

ninfa on 16 marzo 2013 16:48 ha detto...

non lo sapevo, grazie per il tuo post così interessante

Posta un commento

 

Relax, take your time Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos