venerdì 28 giugno 2013

[CHIACCHIERANDO] Sigaretta elettronica: se ne parla con cognizione di causa?

Pubblicato da MissInfinity a 12:52
Oggi vi parlerò di un argomento un po' scottante, visti sopratutto gli ultimi divieti e roba varia: parlo della sigaretta elettronica.
Il mio post non deve esser preso per legge, è una mia esperienza e cercherò di buttarla sul ridere, perciò se qualcuno si sente offeso, mi dispiace davvero tanto.
Ricopio la definizione di sigaretta elettronica su Wikipedia, per tutti coloro che non ne conoscono il significato:" La sigaretta elettronica (o Svaporella) prende come modello i tradizionali prodotti per inalare il fumo, quali le sigarette, i sigari e le pipe.
È uno strumento dotato di una batteria ricaricabile che consente di inalare vapore di una soluzione di acqua, glicole propilenico, glicerolo,nicotina (in quantità variabile o anche assente) e aromi alimentari.
Il vapore inalato consente di provare un sapore e una sensazione simile a quella provata inalando il fumo di tabacco di una tradizionale sigaretta. Non essendovi combustione, però, il rischio cancerogeno è ovviamente assente per la mancanza dei residui dovuti a questo processo (catrame, idrocarburi policiclici aromatici, eccetera)."
In poche parole, la sigaretta elettronica al 90% veniva comprata qualche mese fa dalle persone con il vizio del fumo fin troppo esasperato nel tentativo(spesso vano, purtroppo) di smettere, o almeno diminuire il consumo di sigarette, o comunque di tabacco. E tutto ciò poteva essere normale se non fosse esplosa la MODA delle sigarette elettronica, ovvero ragazzini di nemmeno 13 anni con la sigaretta elettronica in mano, comprata sicuramente dai genitori, che regalavano così al mondo intero scene pietose, rendendosi ridicoli fumandosi marchingegni rossi/blu/neri/colorati.
Dico io, già il fatto che tu a 13 anni fumi fa ridere, ma addirittura girare con la sigaretta elettronica al collo con una serietà assurda mi fa rendere conto che la maggior parte di questi ragazzini riesce a rovinare qualsiasi invenzione/idea che possa portare giovamento nelle persone con determinati vizi. E così le sigarette sono state avvistate in tutti i posti pubblici con più frequenza, portando all'esasperazione anche quei rompiballs che non sopportano nemmeno del fumo semplice profumato, mandando così alla gogna chiunque cerchi di utilizzare questo strumento in modo corretto. Ma una cosa buona è stata fatta, anche se non cambierà nulla: le sigarette elettroniche vietate agli under 18 e il loro utilizzo vietato anche nelle scuole(sì, perché adesso si fumava la sigaretta elettronica anche in classe, altrimenti che moda era?). Sarebbe buono, ripeto, se non fosse che comunque la maggior parte dei ragazzi continuerà a farsela comprare dagli adulti - spesso idioti - e a fumarla all'aria aperta, anche perché diciamoci la verità: come controlli milioni di ragazzini tutti i giorni?
Purtroppo i centri di vendita nascono come funghi, e quasi nessuno degli addetti alla vendita ne conosce i veri pro e contro, bensì a chi decide di acquistarlo dice solo una cosa:"Comprala, ti fa smettere di fumare, e sopratutto puoi fumare della roba buona, alla nocciola, al caffè, al cioccolato, etc.". Se invece ci fosse molta più informazione molti errori si eviterebbero e la sigarette elettroniche tornerebbero alla loro funzione iniziale: aiutare a smettere di fumare chi ha un vizio serio.
Perciò attenzione con queste sigarette elettroniche e informatevi per bene, altrimenti siete come le centinaia di ragazzini che l'hanno comprata perché colorata. 





1 commenti:

Il Barbatrucco della Mokarta on 18 luglio 2013 20:17 ha detto...

fumavo 20 sigarette al giorno circa, da quando avevo 14 anni (grazie idiota che sono -.- a farmi trascinare da ragazzine più idiote di me) e oggi ne ho 30.
A gennaio mi son detta BASTA non voglio più fumare... ma non riuscivo a smettere.Ho comprato la sigaretta elettronica perchè VOLEVO smettere... perchè se manca la volontà di farlo mai smetterai o diminuirai un bel nulla... Non fumo più da gennaio... ho provato anche a levare la nicotina, ma dopo una crisi di astineza, mi sa che non è il momento più adatto. Comprarla ai ragazzini? fracassarla sui denti dei genitori piuttosto -.-

Posta un commento

 

Relax, take your time Copyright © 2012 Design by Antonia Sundrani Vinte e poucos